Branson: stop investimenti in Arabia Saudita dopo scomparsa giornalista dissidente

12 Ottobre 2018, di Mariangela Tessa

Richard Branson, fondatore del colosso Virgin, ha annunciato lo stop  di due progetti turistici in Arabia Saudita e l’interruzioni ai negoziati per un investimento di 1 miliardo di dollari nel settore spaziale, dopo il caso di Jamal Khashoggi, il giornalista dissidente scomparso da 10 giorni dopo essere entrato nel consolato saudita di Istanbul. Voci ricorrenti parlano di un omicidio pianificato dai vertici del regno saudita,

In un comunicato, Branson scrive:

“Se fosse provato quello che si riferisce sul caso, cambierebbe sicuramente la capacità di ognuno di noi in Occidente nel fare affari con i sauditi”.