Braccialini: per il crac indagate 46 persone con l’accusa di bancarotta

9 Luglio 2019, di Alessandra Caparello

Dopo esser stata dichiarata fallita, la procura di Firenze ha chiuso l’inchiesta sul crac della Braccialini, casa di moda con un rosso di 37 milioni di euro.

Iscritti al registro degli indagati 46 persone, tra cui i fratelli Riccardo e Massimo Braccialini, i componenti del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale. Laccusa è di bancarotta societaria da falso in bilancio, relativa ai bilanci del periodo 2011-2014 e viene ipotizzato anche il ricorso abusivo al credito bancario, in relazione ad alcuni finanziamenti accordati nonostante lo stato di crisi dell’azienda.