Bper presenta nuovo piano: utile a 450 milioni e 1300 esuberi

28 Febbraio 2019, di Alessandra Caparello

Non reagisce il titolo Bper in Borsa (+0,083%) dopo la presentazione del Piano Industriale 2019-2021 dove si prevede un aumento della redditività prospettica, con un utile netto al 2021 pari a 450 milioni di euro (402 nel 2018) e un RoTE pari al 10% circa (10,15% nel 2018).

Nel nuovo piano strategico anche una riduzione del personale di 1.300 unità e la chiusura di circa 230 filiali, di cui il 50% circa già entro quest’anno. Bper interessata a qualche fusione in Italia?

“Abbiamo così tante attività da gestire in questo periodo e quindi non stiamo analizzando un altro deal in Italia”.

Così  l’a.d. di Bper, Alessandro Vandelli nel corso della conference call di presentazione del nuovo piano industriale.

Detto questo  ricordo che nostra storia è una storia di M&A. Pensiamo sia importante avere l’impegno di aumentare ulteriormente le dimensioni del gruppo, anche se al livello in cui siamo, se si ha l’approccio giusto, è possibile condurre il business con risultati positivi’. Bper è quindi aperta a valutare opportunità per aumentare le nostre dimensioni, ma oggi il focus è su questo business plan. Vedremo se sarà possibile avere un’altra opportunità, nel caso la esamineremo nel prossimo futuro.