Borse europee positive, occhi sulle trimestrali

21 Luglio 2021, di Mariangela Tessa

Le Borse europee aprono la seduta odierna in rialzo, in scia alla chiusura in rialzo di Wall Street e cercano di proseguire il recupero dopo la seduta nera di lunedì. Anche se i timori per la diffusione della variante Delta non sono ancora archiviati, gli investitori si concentrano sulle notizie aziendali, mentre prosegue la stagione delle trimestrali americane ed entra nel vivo quella del Vecchio Continente.

Parigi guadagna lo 0,78% a 6.396 punti, Londra lo 0,71% a 6.928 punti, Francoforte lo 0,16% a 15.239 punti e Madrid lo 0,56% a 8.406 punti.

Piazza Affari si conferma in rialzo nella prima mezz’ora di scambi, con l’indice Ftse Mib in rialzo dello 0,78% a 24.313 punti. Oscilla intorno a quota 110 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi.

In evidenza Stm (+1,5%), Amplifon (+1,4%), Ferrari (+1,3%), Nexi (+1,1%), Enel (+1,34%) ed A2a (+1,2%). Segno meno per Tenaris (-0,57%), Banco Bpm (-0,55%), Saipem (-0,45%) e Bper (-0,38%). Positiva Unicredit (+0,5%), più cauta Intesa (-0,11%). In rialzo Stellantis (+1,04%), Exor (+0,98%), Cnh (+0,5%) e Tim (+0,57%), fiacca Eni (-0,13%). Sprint di Maire Tecnimont (+2,99%), tra i titoli a minor capitalizzazione, debole Caltagirone (-2,43%)

L’attesa è poi già alta per la riunione della Banca centrale europea di domani: gli analisti prevedono che l’Eurotower mantenga una politica ultra accomodante e toni “dovish”, da colomba.

Poco mosso il petrolio, anche se a quest’ora i movimenti sono poco marcati: i future del Wti settembre scendono dello 0,36% a 66,96 dollari al barile, quelli del Brent di pari scadenza calano dello 0,3% a 69,14 dollari.