Bomba a New York “fatta per uccidere”: 29 feriti. Arrestate 5 persone

19 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Una bomba “fatta per uccidere”, esplosa a New York, nel quartiere di Chelsea, alle 20.30 di sabato 17 settembre a Chelsea, tra la 23esima strada e la Sesta Avenue. Il sindaco di New York Bill de Blasio ha detto ai giornalisti che, dalle prime indicazioni, risulta che l’esplosione è stata “un atto intenzionale”.

Il sindaco ha detto allo stesso tempo che “al momento non ci sono minacce specifiche e credibili contro la città di New York da parte di nessuna organizzazione terrorostica”.

Fino a 29 persone sono rimaste ferite durante l’esplosione. Le autorità hanno rinvenuto un secondo ordigno, una pentola a pressione da cui uscivano dei fili collegati a un telefono cellulare.

Tutti i 29 feriti sono stati poi dimessi dall’ospedale. Secondo la Farnesina, non ci sarebbe nessun ferito.

In arresto cinque persone. I cinque stavano facendo rientro dal New Jersey verso l’aeroporto Jfk di New York e avevano armi in auto. Successivamente, è risultato che i cinque sospetti non erano legati ai fatti.