Bollette: governo studia taglio costi, intervento positivo per il settore energia (analisti)

6 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Allo studio da parte del Governo di interventi per la riduzione dei costi della bolletta che verrebbero spostati sulla fiscalità generale e parzialmente finanziati attraverso interventi sul consumo di combustibili fossili nel riscaldamento e nei trasporti e dall’utilizzo dei proventi delle aste per i diritti CO2.
Se confermato, afferma Equita Sim, si tratterebbe di un intervento positivo per il settore energia. Sulla scia dei recenti interventi in Spagna (che nelle scorse settimane ha proposto tagli ai rendimenti delle tecnologie idroelettriche) anche per l’Italia si è temuta una escalation di interventi regolatori a sfavore degli operatori elettrici. L’intenzione del Governo di procedere alla riduzione delle bollette con meccanismi di mercato (spostamento degli oneri di sistema sulla fiscalità generale) rimuove questo rischio affermano gli analisti della Sim milanese.
L’eliminazione degli oneri generali in bolletta consentirebbe inoltre di eliminare una delle principali fonti di `lobbie` contro lo sviluppo delle rinnovabili (gli oneri accessori sono infatti spesso citati come una esternalità negativa dello sviluppo renewables).