BoJ conferma politica ultra-accomodante e taglia stime inflazione

31 Ottobre 2018, di Mariangela Tessa

Nessuna sorpresa dalla politica monetaria giapponese. La Banca del Giappone ha confermato lo status quo della sua politica monetaria ultra-accomodante e, allo stesso tempo, ha tagliato le previsioni di inflazione. Il consiglio ha votato con sette voti favorevoli e 2 contrari per mantenere i tassi a -0,1% e l’obiettivo per il rendimento dei titoli di Stato giapponesi a 10 anni intorno allo zero.

La BoJ ha ripetuto che manterrà i tassi “estremamente bassi” “per un periodo prolungato”.  In merito alle previsioni sull’inflazione, la BoJ ora prevede un aumento dello 0,9% nell’anno fiscale da aprile 2018 a marzo 2019, invece dell’1,1% previsto in precedenza.