Legge di Bilancio, Bitonci (Lega): compromesso sul deficit al 2-2,2%

21 Settembre 2018, di Alberto Battaglia

Il deficit potrebbe attestarsi intorno al 2-2,2%: lo ha detto Massimo Bitonci, sottosegretario al Tesoro e negoziatore della Lega sulla manovra economica: ciò comporterebbe un vantaggio di 10-15 miliardi di euro. Tale stima, assai più moderata rispetto alle ipotesi iniziali resta superiore all’obiettivo che si è dato il ministro dell’Economia Giovanni Tria: l’1,6%. Questa mattina a Palazzo Chigi è si è svolto un incontro proprio per la definizione delle priorità della manovra, sulla quale il governo si gioca la prima grande prova di credibilità.

Interrogato sul tema dell’asticella del deficit, il vicepremier Di Maio ha evitato di entrare nel merito:

“Il tema non è quanto sforare deficit ma quante risorse servono per migliorare vita italiani. In base a questo calibriamo il deficit”.

Nel frattempo una nota di Matteo Salvini ha riassunto con ottimismo i risultati dell’incontro sulla manovra:

“Incontro utile, positivo, raccoglieremo alcune proposte e andiamo avanti spediti con i decreti sicurezza e immigrazione che saranno approvati lunedì in consiglio dei ministri con il presidente Conte e Di Maio”.