Bitcoin inciampa dopo voci su misure contro Binance

23 Marzo 2018, di Livia Liberatore

Dopo un solido inizio di settimana, Bitcoin fa un passo indietro giovedì a seguito di un rapporto diffuso dal giornale giapponese Nikkei secondo cui Binance, lo scambio di criptovalute più grande del mondo, sta affrontando potenziali venti contrari in Giappone. Binance sarebbe stato operativo nel Paese senza licenza e, secondo Nikkei , le autorità di regolamentazione in Giappone sarebbero pronte ad agire con un richiamo formale e con possibili ulteriori misure più severe. Tuttavia, alcune ore dopo la notizia, l’amministratore delegato di Binance Changpeng Zhao ha smentito su Twitter il rapporto del Nikkei. Bitcoin, che era salito sopra i 9 mila dollari dopo un rally di quasi il 25% dalla scorsa domenica, è arretrato di oltre il 4% riportandosi verso gli 8.600 dollari.

D’altra parte dall’Olanda arriva una buona notizia per la criptovaluta. Un tribunale del Paese ha classificato il Bitcoin come un “valore trasferibile” dopo essersi pronunciata a favore di un querelante che doveva 0,591 Bitcoin. La società Koinz Trading BV non aveva adempiuto ai suoi obblighi di pagamento del volume richiesto in Bitcoin e il tribunale ha ordinato il pagamento.