Belgio: indagine su poliziotti per sesso di gruppo in pieno alert terrorismo

30 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) –  Otto poliziotti e due poliziotte al centro di un’inchiesta interna della stazione di polizia di Ganshorend, a nord della quartiere di Molenbek a Bruxelles. Secondo quanto riferiscono i quotidiani belgi La Dernièer Heure e De Standard, nelle ore concitate in cui la città belga era blindata per l’allarme terrorismo dopo i tragici fatti di Parigi del 13 novembre, le forze dell’ordine avrebbero dormito per due settimane nella stazione di polizia.

E tra un blitz e una perquisizione  gli agenti avrebbero compiuto sesso di gruppo proprio durante il periodo di massima  allerta terroristico. Le autorità non confermano, ma come riporta il quotidiano popolare Dernier Heure, neanche smentiscono i fatti. Ganshoren è vicino a Molenbeek, quartiene che in quei giorni è stato l’epicentro di una incessante caccia all’uomo dopo gli attentati di Parigi. Almeno 15-20 soldati in tutto hanno dormito nella stazione nei giorni successivi agli attacchi, quando il governo del Belgio ha alzato il livello di allerta terrorismo al massimo, ovvero a quattro.