BCE: nel valutare inflazione meglio inserire i costi relativi all’abitazione di proprietà

8 Luglio 2021, di Alessandra Caparello

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (Iacp) resta la misura appropriata per valutare la stabilità dei prezzi ma l’inclusione dei costi relativi all’abitazione di proprietà nell’Ipca rappresenterebbe meglio l’inflazione rilevante per le famiglie.

Così il Consiglio direttivo della Bce secondo cui l’inclusione dell’abitazione di proprietà nell’Ipca è un progetto pluriennale.

“Nel frattempo il Consiglio direttivo nelle sue valutazioni di politica monetaria terrà conto delle misure di inflazione che includono stime iniziali del costo delle abitazioni di proprietà per integrare la sua serie di misure di inflazione più ampie”.”Sono lieta di annunciare che il Consiglio direttivo ha approvato ieri la nuova strategia di politica monetaria della BCE – ha affermato Christine Lagarde- Pur dando per scontato il mandato principale della BCE di stabilità dei prezzi, la revisione ci ha permesso di mettere in discussione il nostro pensiero, impegnarci con numerose parti interessate, riflettere, discutere e raggiungere un terreno comune su come adattare la nostra strategia. La nuova strategia è una solida base che ci guiderà nella conduzione della politica monetaria negli anni a venire”.