Bankitalia, sofferenze bancarie: ancora su, ma ritmo crescita rallenta

10 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Rallenta a settembre il tasso di crescita annua delle sofferenze bancarie che secondo quanto rivelato da Bankitalia risulta pari al 13,5% contro il 14,2 di agosto. Come rivela la Banca d’Italia, il controvalore dei crediti inesigibile sale a 200,41 miliardi di euro da 198,453 del mese scorso.

In calo anche i tassi di interesse sui prestiti. Quelli nuovi erogati alle società non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro sono pari al 2,82% contro il 2,99 del mese precedente, mentre i tassi sui nuovi prestiti di importo sopra 1 milione di euro arrivano al’1,26% contro l’1,35 di agosto.

Calano anche i tassi di interesse sui prestiti concessi alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, comprensive di spese accessorie che sono pari al 2,92% contro il 3,04 del mese precedente. I tassi invece sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono pari all’8, 23% contro l’8,24 del mese precedente.