Banche venete: quanto pesano i compensi per i vertici sui costi totali

24 Aprile 2017, di Alessandra Caparello

VICENZA (WSI) – Mentre si preparano all’ultima assemblea in vista della nazionalizzazione da parte dello Stato, emergono i conti sui compensi ricevuti nel 2016 dai vertici delle due banche venete.

In Veneto banca, dove si sono succeduti ben tre consigli di amministrazione nel 2016, il conto è stato di 2,18 milioni di euro a cui si aggiungono 1,1 milione di remunerazione fissa per il board capitanato dall’ad Cristiano Carrus. Nella Popolare di Vicenza i costi per i vertici, compresa la direzione generale, consiglieri e sindaci sono stati nel 2016 di 8,9 milioni di euro a cui va aggiunta la buonuscita di Francesco Iorio, l’ex ad, pari a 2 milioni di euro. Quindi a conti fatti i vertici delle due banche valgono, per Veneto banca oltre l’1 per cento del totale dei costi per l’intero personale e di oltre il 2% invece per la Pop Vicenza.