Banche: sale esposizione verso debito sovrano, in Italia asset investiti in titoli di stato al 12%

25 Novembre 2020, di Mariangela Tessa

Complice la crisi causata dalla pandemia, nel corso del 2020, l’esposizione delle banche dell’eurozona al debito sovrano del proprio paese è cresciuto di quasi il 19% in termini nominali, il maggior aumento dal 2012.

E’ quanto si legge nella Financial Stability Review pubblicata oggi dalla Bce in cui si sottolinea come questo riproponga in prospettiva il rischio di un legame fra debito sovrano e debito bancario come avvenuto nella grande crisi finanziaria del 2008-9.

La percentuale di asset investita nei titoli sovrani varia tuttavia da paese a paese.

“Dall’inizio del 2020 – si legge nel rapporto – è aumentata in una forbice compresa fra lo 0 e l’1,6%. E’ ora uguale all’11,9% per le banche italiane, al 7,2% per quelle spagnole e vicina al 2% per quelle francesi e tedesche”.