Banche: proposta Ue per ridurre esposizione rischi sovrani

24 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – La Commissione Europea è al lavoro per ridurre l’esposizione della banche ai rischi costituiti dall’esposizione al debito sovrano. A renderlo noto è la documentazione pubblicata oggi dalle autorità Ue, che però non fornisce ulteriori indicazioni di calendario.

I 5 presidenti dell’Eurozona, Tusk per l’Unione europea, Juncker per la Commissione, Dijsselbloem per l’Eurogruppo, Draghi per la Bce e Schulz per il Parlamento, avevano già indicato nel loro rapporto avevano indicato tale possibilità.

“… limitare le esposizioni delle banche al debito sovrano di singoli paesi allo scopo di assicurare che la loro esposizione complessiva al rischio sovrano sia sufficientemente diversificata”.

La parola d’ordine è prudenza visto che la questione è particolarmente delicata in considerazione del fatto che gli istituti di credito sono sottoscrittori di titoli di Stato e per tale motivo ad essere messa in gioco è la stabilità sia del sistema finanziario che della gestione del debito sovrano da parte dei governi.

La Commissione europea sta attualmente partecipando al tavolo tecnico sulle analisi quantitative condotte dal Comitato economico e finanziario e del Comitato di Basilea.