Banche italiane, FMI: “Incoraggiante la spinta per smaltire gli Npl”

13 Novembre 2017, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Incoraggiante l’accelerazione sullo smaltimento di crediti deteriorati da parte delle banche in Italia. A dirlo il Fondo monetario internazionale nel Regional Economic Outlook sull’Europa secondo cui però il problema che persiste anche su scala europea riguarda la consistenza dell’arretrato di Non performing loans stimata “appena inferiore ai 1.000 miliardi di euro”.

Secondo l’istituzione di Washington “i livelli di Npl sono diminuiti, ma restano una zavorra alla redditività e all’erogazione di credito in alcuni Paesi”.

“Complessivamente nell’Europa avanzata sono stati ridotti dell’equivalente di 160 miliardi di euro, prevalentemente sul settore dei prestiti alle famiglie, rispetto al loro picco nel 2014. Ma lo stock resta appena inferiore ai 1.000 miliardi di euro”.