Banche europee, smaltimento crediti deteriorati va troppo a rilento

11 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Il livello di crediti deteriorati iscritti nei bilanci delle banche europee è ancora molto elevato e il processo di smaltimento dei prestiti a rischio insolvenza e delle sofferenze va “ancora troppo lento”. Lo rilevano le autorità europee segnalando che l’ammontare di crediti deteriorati era pari a circa mille miliardi di euro alla fine 2016, per una percentuale del 5,1% del totale dei prestiti in portafoglio.

Lo afferma il Comitato europeo per il rischio sistemico (Esrb) in un report che analizza la presenza dei crediti deteriorati nei bilanci delle banche europee e la loro incidenza sulla economia reale. “L’approccio wait-and-see dovrebbe essere fortemente scoraggiato dal momento che potrebbe determinare ulteriori dubbi sulla stabilità finanziaria e avere ricadute anche sulla economia reale”.