Azimut in prima linea contro il COVID-19: le azioni di solidarietà del gruppo

26 Marzo 2020, di Alessandra Caparello

Azimut in prima linea nel sostegno degli ospedali delle province maggiormente colpite dall’epidemia di Coronavirus. Dopo lo stanziamento iniziale di 220 mila euro, il gruppo guidato da Pietro Giuliani ha provveduto alla consegna di ventilatori polmonari, apparecchiature mediche e mascherine agli ospedali di Sansavini Villa Maria, all’ASL di Bologna, all’Asl di Imola, all’ospedale di Piacenza, all’ASUR delle Marche e all’ospedale di Bergamo.

Oltre alla donazione già prevista di 5 ventilatori polmonari per la terapia intensiva dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Azimut ha continuato la sua opera noleggiando 35 ventilatori polmonari, di cui 20 destinati all’ATS di Bergamo e i restanti 15 in consegna ad altre strutture ospedaliere dei territori più colpiti. Inoltre, si sta impegnando per consegnare ulteriori mascherine e altri dispositivi di protezione come camici, tute e calzari agli ospedali di Lecco, Pavia, Bergamo, Modena, Parma e ad altre strutture in difficoltà nelle diverse zone d’Italia.

Infine, attraverso la Fondazione Azimut Onlus è stato aperto un conto dedicato a sostenere l’impegno contro l’emergenza COVID-19 supervisionato dallo stesso Comitato di Sostenibilità di Azimut Holding. Per ogni euro donato anche dai clienti o dai colleghi del Gruppo e versato sul suddetto conto, Azimut si impegna a sua volta a donare la stessa cifra. I fondi raccolti attraverso il conto saranno impiegati esclusivamente per l’acquisto di beni e attrezzature necessari all’eccezionale sforzo sanitario in atto. Il conto corrente sul quale è possibile far pervenire le donazioni finalizzate all’emergenza COVID-19 è: IT87B0339512900052263029690, Intestato a Fondazione Azimut Onlus, Causale: Donazione.