Aviva Investors: crescita globale in corsa nella seconda metà del 2021

19 Luglio 2021, di Mariangela Tessa

Aviva Investors, la divisione globale di asset management di Aviva Plc, prevede una ripresa rapida e su larga scala dalla pandemia da COVID nella seconda parte del 2021 e nel 2022.

La crescita globale dovrebbe superare il 7% quest’anno e circa il 4,5% il prossimo, con rischi stimati al rialzo in entrambi gli anni. Il virus sarà presente ancora per qualche tempo, ma i gravi sconvolgimenti dovuti ai lockdown sono finiti, le campagne vaccinali sono in stato avanzato, le persone e le aziende si sono adattate con successo e il sostegno politico è rimasto presente.
La riapertura delle economie ha portato a una forte ripresa della domanda con l’offerta che ha faticato a tenere il passo, generando colli di bottiglia che hanno determinato l’emergere di pressioni inflazionistiche. Gran parte di esse dovrebbero essere transitorie, ma l’inflazione di fondo sarà probabilmente un po’ più alta rispetto al periodo antecedente al COVID.
Le previsioni ritengono che la politica monetaria rimarrà accomodante per tutto il resto dell’anno e anche nel corso del prossimo, con i recenti cambiamenti legati al raggiungimento dell’obiettivo dell’inflazione che permettono alle banche centrali di mantenere la politica meno rigida più a lungo. I sostegni fiscali straordinari saranno gradualmente revocati man mano che le economie riapriranno, ma le campagne di spesa governativa più attive sono destinate ad aumentare, soprattutto negli Stati Uniti, con “green” e “digital” che saranno verosimilmente gli elementi chiave.