Auto: prima class action contro il cartello tedesco

28 Luglio 2017, di Alessandra Caparello

BERLINO (WSI) – Al via la prima class action contro i big dell’auto tedeschi accusati di aver messo su un cartello fin dagli anni novanta. E’ stato il Canada a muoversi per primo contro Audi, BMW, Mercedes-Benz, Porsche, Volkswagen chiedendo un risarcimento di circa 750 milioni di euro.

L’atto di citazione è  firmato dallo studio legale Toronto Strossberg Sasso Sutts, e accusa le case automobilistiche teutoniche di cospirazione per fissare i prezzi, i volumi, l’innovazione e gli standard tecnici di componenti usate nelle automobili vendute in Canada.