Studio su auto elettriche: temperature rigide riducono autonomia del 40%

7 Febbraio 2019, di Alberto Battaglia

Le temperature rigide minano ampiamente l’autonomia delle auto elettriche, mentre il caldo torrido reca effetti minori, ma comunque visibili. E’ quanto emerge da un nuovo studio condotto dalla AAA, ripreso dalla Associated Press.

L’analisi ha messo alla prova cinque popolari modelli di auto alimentate a batteria, scoprendo che l’utilizzo dei riscaldamenti interni può comportare un consumo anche superiore al 40% quando la temperatura si trova a -6 gradi celsius. Quando il riscaldamento non viene utilizzato la distanza percorribile scende del 12%. L’altro test ha valutato l’autonomia a 35 gradi. In questo caso la vettura con l’aria condizionata accesa vede una riduzione dell’autonomia del 17%, senza climatizzatore il calo è del 4%.

“Finché gli automobilisti capiscono che ci sono limitazioni quando si usano veicoli elettrici in climi più estremi, sarà meno probabile che vengano colti alla sprovvista da un inatteso calo della carica”, ha detto in un comunicato Greg Brannon, direttore del dipartimento d’ingegneria automobilistica dell’AAA.