Australia cancella la Tampon Tax: dal 2019 stop a imposta “sessista”

3 Ottobre 2018, di Alessandra Caparello

L’Australia dice no alla Tampon Tax, ossia l’Iva al 10% applicata su alcuni prodotti di igiene femminile, giudicata sessista.

Dopo un braccio di ferro durato vent’anni, il governo centrale ha raggiunto un accordo con gli Stati e i Territori per rivedere la tassazione di alcuni prodotti. L’aliquota al 10% difatti non è stata mai applicata su prodotti come preservativi o le creme solari che  esonerati ma non su assorbenti e tamponi. Da qui la protesta che ad oggi ha portato alla decisione unanime da parte dei ministri delle Finanze degli Stati e dei Territori di abolire la “Tampon tax” a partire da gennaio 2019.