Aumento Iva? Andrebbero in fumo 8,2 miliardi di consumi

13 Marzo 2017, di Mariangela Tessa

Se il governo decidesse di innalzare l’Iva, perderemmo a regime 8,2 miliardi di consumi: si tratta di circa 305 euro di spesa in meno a famiglia. E’ quanto emerge da una simulazione condotta da Ref Ricerche per conto di Confesercenti, che ipotizza un incremento di 3 punti per l’aliquota agevolata (dal 10% al 13%) e di 1 punto sull’aliquota super-agevolata (dal 4 al 5%).

Sul prodotto interno lordo, invece, l’impatto negativo sarebbe dello -0,3%, pari  a -5 miliardi di euro.

L’effetto atteso sui prezzi, sottolinea Confesercenti:

“è di un aumento dello 0,7%. Una stangata che secondo le nostre analisi si trasformerebbe quasi completamente in contrazione di spesa, anche considerando che le due aliquote interessano molti servizi e generi di largo consumo, colpendo anche le fasce più deboli della popolazione”.

Tra i prodotti coinvolti dall’incremento di imposizione fiscale ci sarebbero beni alimentari di prima necessità (come carne, pesce uova e latte) ma anche servizi di ristorazione e turistici e medicinali per uso umano e veterinario.