Aumentano fuoriuscite in un sito di stoccaggio nucleare Usa

20 Aprile 2016, di Alberto Battaglia

L’Hanford site dello stato di Washington, uno dei più grandi centri di stoccaggio di scorie nucleari degli Stati Uniti, sta aumentando il livelli di rilascio di sostanze tossiche; lo ha comunicato l’agenzia Associated Press.
Il sito di Hanford si trova vicino a Richmond, e per decenni ha prodotto plutonio destinato alle armi nucleari, compresa quella sganciata nel 1945 su Nagasaki, in Giappone. Attualmente le scorie più pericolose sono immagazzinate in 28 enormi serbatoi a doppia parete.
Secondo le autorità la fuoriuscita di materiale tossico (almeno 11mila litri) è avvenuta fra la prima e la seconda parete di questo tipo di serbatoio e ancora non si sarebbe riversato nell’ambiente. Prima che ciò possa avvenire i liquami fra le due pareti verranno rimossi con l’utilizzo di una pompa.