Attentato Istanbul: Isis rivendica la strage, è ancora caccia all’uomo

3 Gennaio 2017, di Alessandra Caparello

ISTANBUL (WSI) – Si abbandona la pista cinese nella caccia all’uomo responsabile della strage nel locale Reina a Istanbul, costato la vita a 39 persone. Inizialmente dalle indagini era emerso che l’autore del massacro potesse essere un 25enne dello Xinjiang nella regione della Cina nord occidentale anche nota come Turkestan Orientale. Dalle immagini che trapelano dai media turchi, risulta ora che la polizia starebbe indagando invece su un giovane 28enne originario del Kirgizistan.

I terroristi del sedicente ISIS hanno rivendicato l’attacco con un comunicato diffuso anche in lingua turca dove si legge:

“Per continuare le operazioni benedette che lo Stato Islamico sta conducendo contro la protettrice della croce, la Turchia, un soldato eroico del Califfato ha colpito uno dei più famosi nightclub dove i cristiani celebravano la loro vacanza apostata”.