Assimoco, la compagnia assicurativa in smart working fino al 31 dicembre

16 Settembre 2020, di Massimiliano Volpe

La compagnia assicurativa Assimoco ha prorogato lo smart working fino al 31 dicembre 2020 per gli oltre 400 collaboratori. Operativa sin dall’inizio dell’emergenza, la modalità di lavoro smart ha consentito al 100% delle persone di svolgere con efficacia le attività lavorative, garantendo la sicurezza di tutto il personale.

In attesa del ritorno presso la sede di Milano, la Compagnia ha messo a punto un piano di rientro che garantisce, in maniera graduale e sicura, la ripresa della vita aziendale e la sperimentazione dei presidi e delle regole che restano necessarie per la tutela della sicurezza.

I punti cardine del piano di rientro, studiato con i Responsabili della Sicurezza e il Medico Competente, e condiviso e validato dalle Rappresentanze sindacali, consistono nella Volontarietà, in modo tale che l’ingresso in azienda sia riservato a coloro che volontariamente intendono riprendere anche parzialmente l’attività presso le sedi, nella Tutela della salute e nella Gradualità (con l’accesso di un numero massimo di 70 colleghi con l’idea di arrivare a fine anno a un numero massimo di 170 persone).

Sarà poi garantito un criterio di Proporzionalità (le autorizzazioni agli accessi saranno strutturate in modo da garantire un equo criterio di distribuzione e proporzionalità tra le diverse aree di governo grazie anche a uno strumento informatico che potrà supportare la prenotazione per l’ingresso e l’assegnazione della scrivania) e creato un nuovo Layout .

In particolare, la sede del Gruppo, presso il Centro Leoni, in via Spadolini, sarà completata da supporti “Smart” e funzionali che aiuteranno tutti i collaboratori a ricordare le norme di sicurezza, a trovare la postazione di lavoro, e a mantenere alta l’attenzione per tutelare la salute di tutti.