Argentina: accordo con Usa sui Tango bond, niente class action

17 Febbraio 2016, di Daniele Chicca

L’Argentina ha raggiunto un compromesso con i rappresentanti legali dei creditori di Tango bond americani che hanno perso i loro investimenti come conseguenza del default di 14 anni fa. La class action non ci sarà. I legali statunitensi, che inizialmente volevano lanciare una class action contro l’Argentina dopo che il suo debito ha fatto crac nel 2002, hanno raggiunto un accordo per un patteggiamento.

È stato l’avvocato Daniel Pollack a fare da mediatore sulla questione dei bond insolventi. Il legale ha riferito che l’accordo porterà Buenos Aires a versare 6,5 miliardi di dollari ai creditori che ancora non avevano avuto indietro i loro soldi. È l’offerta che l’esecutivo aveva fatto a inizio mese per risolvere la contesa.