Antitrust contro TIM per abuso di posizione dominante

5 Luglio 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Possibili abusi di posizione dominante: è questa l’accusa che l’Antitrust ha mosso nei confronti di Tim che secondo l’Autorità avrebbe ostacolato lo svolgimento delle gare Infratel nelle aree bianhe al fine di a preservare la posizione monopolistica storicamente detenuta e potrebbe essersi accaparrata preventivamente la clientela sul nuovo segmento dei servizi di telecomunicazioni al dettaglio a banda ultralarga, anche con politiche commerciali anticoncorrenziali.

La società prova a difendersi affermando di esser certa di avere agito nel rispetto delle norme e lo dimostrerà nelle sedi opportune.