Allarme Trasparency: il 61% degli eurodeputati svolge seconda attività retribuita

10 Luglio 2018, di Mariangela Tessa

Il 60% dei 751 eurodeputati eletti nel 2014 svolgono un’altra attività retribuita al di fuori del Parlamento europeo. Attività che vanno da un’occupazione regolare alla partecipazione in consigli di amministrazione o altri mandati politici.

E’ quanto risulta da un rapporto elaborato da Trasparency International dal titolo “Moonlighting in Brussels” da cui emerge che complessivamente sono state dichiarate 1366 attività, con un aumento del 13% dall’inizio del mandato.

Si tratta di una pratica che, secondo quanto indica Trasparency, solleva “preoccupazioni etiche e politiche” non irrilevanti.