Allarme Bce su protezionismo: “ripresa a rischio, soprattutto negli Usa”

7 Maggio 2018, di Mariangela Tessa

Allarme Bce sul protezionismo nel commercio internazionale. “Una escalation significativa delle tensioni commerciali potrebbe far deragliare la ripresa in atto nel commercio globale e nell’andamento delle attivita’” si legge in una anticipazione del bollettino economico della Bce diffuso questa mattina e dedicato allo scenario che si potrebbe verificare in caso di una vera e propria guerra commerciale.

“Le simulazioni fatte dallo staff della Bce -continua il rapporto – indicano che in caso di un aumento significativo del protezionismo, l’impatto sul commercio globale e sull’output sarebbe sensibile. In uno scenario in cui gli Stati Uniti aumentassero in maniera drastica le tariffe sulle merci di importazione da tutti i paesi partner e in cui questi adottassero misure di ritorsione simmetriche, l’esito per l’economia globale sarebbe chiaramente negativo. Il commercio e l’attività globale cadrebbero rispetto allo scenario base. In uno scenario del genere, l’impatto sarebbe particolarmente sensibile per gli Stati Uniti”.