Alitalia chiede modifiche al contratto: tensione con i sindacati

14 Febbraio 2017, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – E’ ancora braccio di ferro tra l’Alitalia e i sindacati. La Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Ta hanno inviato alla compagnia guidata da Cramer Ball una diffida per bloccare le modifiche chieste al contratto nazionale.

Nel piano allo studio dell’ad di Alitalia si prevedere una rivisitazione delle tariffe attraverso un modello ibrido, a cui si aggiunge la riduzione dei costi, con tagli salariali e l’implementazione delle mansioni che il personale di volo dovrebbe svolgere.

Giovedì il governo ha convocato un tavolo di confronto alla presenza del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, di quello dei Trasporti Graziano Delrio e del lavoro Giuliano Poletti. I sindacati rimarcano che il principale problema di cui soffre la compagnia di bandiera sono i ricavi mancati, il mancato posizionamento strategico e le spese fuori controllo perciò rifiutano di modificare il contratto nazionale.