Alimenti: etichette fasulle o incomplete, scattano le multe

8 Maggio 2018, di Alessandra Caparello

In vigore dal 9 maggio le nuove sanzioni per i produttori che non forniscono e forniscono dati falsi sulle etichette degli alimenti.

Da 500 euro a 40mila euro la multa salata per chi non rispetta trasparenza e corretta informazioni al consumatore su quello che viene offerto sugli scaffali. Una novità che fa seguito alla disciplina dell’Unione Europea di tutela dei consumatori riguardante l’indicazione di origine dell’ingrediente principale laddove prevista, ma anche la data di scadenza, la presenza di allergeni, la dichiarazione nutrizionale o le caratteristiche del prodotto come definirlo bio oppure vegano quando non lo è.