Algeria: il sistema bancario pubblico si quota in Borsa

26 Settembre 2016, di Alberto Battaglia

Fra i Paesi segnati dalla discesa dei prezzi del petrolio si aggiunge l’Algeria che, in seguito al forte ridimensionamento delle esportazioni, ha deciso di aprire la propria economia laddove le banche statali saranno ora quotate in Borsa nel tentativo di attirare capitali stranieri. L’economia algerina si reggeva al 60% sulle esportazioni petrolifere e lo stato che ne gestiva il commercio ha visto erodersi le proprie disponibilità economiche. Per questo Algeri punta all’apertura sui mercati internazionali, nel tentativo di arginare gli effetti di questo mutato scenario sulla piazza dell’oro nero. Allo stesso tempo il sistema di welfare, non potendo più godere delle stesse disponibilità di cassa, è stato fortemente ridimensionato, mentre sono stati abbattuti anche i sussidi energetici.