Al via nuovo accordo Poste – Cdp su raccolta risparmio

15 Dicembre 2017, di Mariangela Tessa

Dopo un negoziato durato mesi, Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti hanno firmato ieri la nuova convenzione sul risparmio postale per il triennio 2018-2020. Una nota congiunta diffusa ieri sera dice che a Poste andranno ogni anno tra 1,55 e 1,85 miliardi di euro, cifra “collegata al raggiungimento di obiettivi annuali di raccolta netta”.

Il nuovo Accordo – si legge nella nota – mira,

“da un lato, a consolidare il ruolo dei Buoni Fruttiferi Postali e dei Libretti di risparmio postale fra i prodotti di punta per il risparmio degli Italiani e, dall’altro, a innovare e ampliare la gamma dei servizi offerti. CDP e Poste Italiane con questo Accordo intendono rilanciare il Risparmio Postale, con il riposizionamento di Buoni e Libretti, prevedendo maggiori investimenti per raggiungere una sempre più ampia platea di risparmiatori”.

Il nuovo prevede una remunerazione mista commisurata in parte allo stock dei prodotti del Risparmio Postale (libretti e buoni) e in parte ai flussi annui di sottoscrizione dei buoni.