Al via Art Share, per “comprarsi un pezzo d’opera d’arte”

24 Gennaio 2020, di Alberto Battaglia

Acquistare e collezionare, ma soprattutto investire sulla rivalutazione delle opere d’arte acquistandone piccole quote : un’operazione che da oggi sarà possibile grazie alla nuova piattaforma Art Share.
Attraverso l’acquisto di piccole o grandi quote d’investimento, sarà possibile essere comproprietari di un’opera e beneficiare della crescita del suo valore.

La possibilità di versare una somma anche minima rende finalmente realizzabile a tutti il desiderio di possedere un capolavoro d’arte contemporanea o di investire su di esso. Il tutto gestibile in ambiente digitale tramite il sito web artsharesales.com, dall’individuazione dell’opera su cui investire sino alla scelta di quante quote acquistare ed eventualmente anche alla decisione di acquisire l’opera per intero.

Sarà possibile acquistare una o più quote dal valore minimo di 100 euro “con un’aspettativa di rivalutazione di circa il 15% in più al momento della vendita dell’opera nel mercato aperto”. L’opera resterà dunque disponibile per un periodo variabile e, una volta venduta, i ricavati verranno distribuiti tra gli investitori in base alle quote possedute.