Agenzie assicurative: digitalizzazione strada giusta per superare l’emergenza

24 Novembre 2020, di Alessandra Caparello

Tra le categorie più colpite dalla crisi per Covid – 19, ci sono sicuramente le piccole agenzie assicurative e intermediari: liberi professionisti che hanno visto ridursi il giro d’affari a seguito della riduzione della mobilità per lockdown o istituzione delle zone rosse.

Secondo SOStariffe.it questa fase può essere superata o attenuata anche grazie a una ristrutturazione del lavoro delle agenzie o intermediari assicurativi tutta rivolta alla digitalizzazione attraverso l’uso di strumenti online. Il settore assicurativo è ancora indietro sulla digitalizzazione. Solo il 46% delle agenzie ha un sito web e più dell’80% non punta sul canale mobile, punto di riferimento assoluto dei servizi web. La digitalizzazione è ancora marginale in tutti gli aspetti amministrativi che riguardano l’attività delle agenzie.

Secondo lo Studio di SOStariffe.it, circa il 44% delle ore lavorative in agenzia riguarda attività amministrative, contabili e post-vendita. Tali attività sono rallentate da una digitalizzazione ancora parziale. Solo il 14% delle agenzie ha realizzato una digitalizzazione completa dell’archivio mentre il 33% continua ad affidarsi all’archiviazione cartacea. Anche sui pagamenti si registrano alcune criticità. Contanti ed assegni, infatti, coprono ancora il 50% dei pagamenti complessivi.