Agenzia Valtur piena di debiti, chiede concordato prenotativo

8 Marzo 2018, di Livia Liberatore

Per mettersi al riparo dai creditori, l’agenzia indebitata specializzata in villaggi turistici e pacchetti vacanza Valtur ha chiesto un concordato prenotativo senza nessuna prospettiva, al momento, per il continuo delle attività. Secondo quanto denunciato dalla Filcams Cgil, la gestione di Andrea Bonomi non si presenterà con alcun piano di rilancio. Il sindacato chiederà al Ministero di farsi parte attiva per il mantenimento del perimetro e dell’occupazione dei villaggi Valtur e del tour operator. Spiega Luca De Zolt per la Filcams Cgil:

“Anche visto il recente investimento di Cassa Depositi e Prestiti nella società, non si può consentire a Bonomi di buttare un operatore del peso di Valtur, con un danno enorme per i territori dove insistono i villaggi e per tutto il sistema turistico italiano”.