A via da oggi la Investor Conference “Mid & Small 2021”, presenti 53 aziende italiane

20 Aprile 2021, di Mariangela Tessa

Al via oggi 20 aprile 2020 la tre giorni di incontri virtuali della Investor Conference “Mid & Small 2021” organizzata da Virgilio IR, con la sponsorizzazione di Mediobanca, il supporto dei principali broker italiani e internazionali e la collaborazione di Barabino & Partners.

Sono 53 (in crescita rispetto alle 41 dell’edizione precedente) le società che si presenteranno ad una platea internazionale di investitori, sempre più attenti alle prospettive delle aziende anche di medie dimensioni ai temi di sviluppo del business e di sostenibilità.

Con la chiusura delle agende avvenuta ieri, si confermano 888 virtual meeting, per una media di 17 contatti per ogni emittente.

102 le sigle presenti – tra case di investimento, 93 e broker, 9 – per 163 professionisti che hanno richiesto incontri singoli (one-to-one) o a piccoli gruppi ai vertici delle società. Tra esse alcuni grandi sigle storiche e alcune società di investimento che partecipano per la prima volta ad un evento dedicato agli emittenti italiani di media capitalizzazione.

Alla “Mid & Small 2021” London edition, hanno aderito le società: Alkemy, Almawave, B&C Speakers, Banca Sistema, BB Biotech, BE Shaping the Future, Borgosesia, Coima Res, Comer Industries, Creatives Group, Credem, Digital 360, Digitouch, DHH, Esprinet, Expert.AI, Farmaè, First Capital, FNM, GPI, Grifal, Guala Closures, Health Italia, Igeamed, Interpump Group, Intred, ITway, La Doria, Labomar, Landi Renzo, LU-VE, LVenture Group, Mailup, NB Aurora, Neodecortech, Newlat Food, Orsero, Osai AS, Prima Industrie, Promotica, Relatech, Reply, Salcef Group, Sanlorenzo, Seri Industrial, SeSa, Somec Group, Sourcesense, Tenax, Tinexta, Unidata, Valsoia e Zignago Vetro.

“Anche quest’anno le nostre aziende hanno raccolto grande interesse dal mondo degli investitori – ha dichiarato Pietro Barbi, fondatore e AD di Virgilio IR – ma il nostro obiettivo resta di portarle nuovamente in forma fisica nelle più importanti piazze internazionali. Siamo stati i primi in Italia a convertire una investor conference su una piattaforma digitale a causa dell’emergenza sanitaria, ma riconosciamo il grande valore della relazione, dei momenti di confronto informale e delle opportunità che da essi ne derivano”

“Inoltre, ci fa particolarmente piacere quanto questo appuntamento primaverile sia ormai un momento atteso e consolidato nelle agende sia delle società emittenti che degli investitori. In entrambi i comparti registriamo conferme importanti da un anno all’altro e alcune new entry di grande soddisfazione”