A giugno c’è voglia di rinascita: gli italiani tornano a spendere per ristoranti, viaggi e shopping

13 Luglio 2021, di Mariangela Tessa

Revolut, la fintech britannica, ha analizzato i dati di spesa degli oltre 650.000 clienti italiani a giugno 2021, un mese che ha segnalato una svolta importante con l’inizio dell’attesa stagione estiva, la graduale abolizione del coprifuoco e l’accesso ai vaccini da parte degli over40.

Revolut ha rilevato segnali positivi nei settori della ristorazione, retail e turistico che confermano il bisogno di socialità e di ritorno alla normalità degli italiani, in modo più rilevante rispetto allo scorso anno.

Si spende meno, per uscire più spesso

Nel mese di giugno 2021 gli italiani hanno speso con la propria carta 94 euro a persona in bar e ristoranti, il 15% in più rispetto a giugno 2020. Si spende però meno per ogni singola transazione e si esce il 30% di più rispetto allo scorso anno.
Le regioni in cui si registra la cifra più alta per la singola transazione sono Campania (22,42 euro) Valle D’Aosta (22,38 euro) e Toscana (21,76 Euro).

Sì Viaggiare, finalmente!

Sale del 17% anche la spesa per voli aerei e soggiorni, che passa dai 183 euro a persona di giugno 2020 ai 215 euro del mese scorso (+17%). Le transazioni registrate per ogni cliente a giugno 2021 sono in media 1,9 a persona contro le 1,6 dello scorso anno.
Le regioni che spendono la cifra più alta per la singola transazione sono Lombardia (125,05 euro) Trentino-Alto Adige (124,19 euro) e Toscana (121,28 Euro).

Shopping: più acquisti con carta nei negozi

La spesa per lo shopping a giugno 2021 è aumentata del 10% rispetto a quella del 2020 e si traduce in una spesa media a persona di 158 euro. Ciò che colpisce è però che se a giugno 2020 circa il 30% degli acquisti con carta si verificava negli store fisici, a giugno 2021 questa percentuale è salita al 40%.
Le regioni che spendono la cifra più alta per la singola transazione sono Toscana (49,34 euro), Emilia Romagna (43,73 euro) e Lombardia (42,80 euro).