“NEL NUOVO MERCATO 20 MATRICOLE ENTRO IL 2000”

24 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Nuovo Mercato accoglierà entro l’anno una ventina di matricole, e intanto altre società premono metaforicamente ai cancelli. A descrivere il fermento che ruota attorno alla Piazza dedicata ai titoli con elevate potenzialità di crescita, è stato l’amministratore delegato di Borsa Spa Massimo Capuano, in un suo intervento a Londra.

Attualmente, ha ricordato Capuano, sei società sono quotate al Nuovo Mercato e “una ottantina sono potenzialmente interessate; di queste, venti entreranno entro il ’00”.

Continua così l’espansione del Nuovo Mercato, sostenuto dalla crescita del mercato principale. Oggi Piazza Affari ha una capitalizzazione di 800 miliardi di euro, pari al 70% del Pil (Prodotto interno lordo). Questo tasso si confronta con meno del 40% a fine ’97. Allo stesso tempo, i volumi giornalieri sono passati da mille 600 miliardi a fine ’97 ai 7 mila 300 miliardi di ieri. “Questi volumi hanno fatto diventare la Borsa italiana la quarta in Europa dopo Londra, Francoforte e Parigi; a fine ’97 eravamo la settima”.

Capuano ha quindi illustrato i programmi futuri di Borsa Spa, che vanno dagli scambi after hour alla Borsa dell’energia, dal progetto Star (piccole e medie imprese) all’introduzione di un mercato specifico per i covered warrants.

Continuano intanto i contatti per la formazione della prevista Borsa pan-europea.