Morgan Stanley: è la “fine dell’industria automobilistica come la conosciamo”

8 Ottobre 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nel suo ultimo report sul settore, Morgan Stanley ha sancito la “fine dell’industria automobilistica come la conosciamo”

L’incipit non lascia spazio a dubbi. Adam Jonas, numero uno del team di ricerche del settore automobilistico della banca Usa scrive che “Il nostro gruppo di analisti è giunto alla conclusione che seguire le linee guida tradizionali diventerà presto irrilevante, arriverà presto all’estinzione”.

Le macchine senza pilota e la fine della proprietà individuale sono ormai alle porte. Il messaggio che la rivoluzione sta mandando alle protagoniste del settore è molto chiaro: adattatevi o preparatevi a morire.

Nel mondo dell’Internet delle cose, l’auto è la cosa per eccellenza”, avverte l’analista. “Senza cambiamento non abbiamo un futuro come analisti”.

Jonas arriva anche a paragonare l’attuale cambiamento a uello che ha visto l’uomo passare dalle carrozze con i cavalli alle automobili. Prevede un mondo dove la popolazione noleggerà auto invece che comprarla.

Un numero sempre maggiore di società hi-tech investirà nel settore auto, cambiandone per sempre le fattezze e i parametri di riferimento.