MODA: SOTTO IL VESTITO UN MARE DI PERDITE

4 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’intero settore della moda soffre. La crisi nelle vendite nel mese di luglio, che ha costretto le banche d’affari ad abbassare il rating su alcuni dei piu’ celebri marchi americani, ha colpito in particolare Warnaco (WAC), la societa’ che produce sotto licenza i jeans e l’abbigliamento intimo firmati Calvin Klein con un giro d’affari di oltre un miliardo di dollari l’anno.

Le difficolta’ della societa’, che hanno fatto precipitare il titolo a $4,5 , si aggiungono alla battaglia legale ingaggiata contro lo stilista newyorkese. Circa un mese fa Warnaco, nella persona dell’amministratore delegato Linda Wachner, ha trascinato in giudizio Calvin Klein con l’accusa di diffamazione e la richiesta di un miliardo di dollari come risarcimento danni, in risposta all’imputazione di aver abusato del marchio cK.

La generale battuta d’arresto del settore, che coinvolge sia i grandi nomi come Gap e Saks che magazzini economici quali Wal-Mart Stores e Costco Wholesale, e’ attribuita dagli analisti al rialzo dei carburanti e agli alti tassi di interesse che non avrebbero permesso ai consumatori di cedere al fascino della passerella nonostante la stagione dei saldi.