Mobilità, Unipol sfida Telepass ed entra nel mercato dei pedaggi autostradali

12 Aprile 2022, di Luca Losito

Novità importante nella mobilità autostradale in Italia. D’ora in poi, per pagare il pedaggio ed evitare le file al casello, si potrà utilizzare anche il servizio fintech UnipolMove.

Il gruppo Unipol entra così nel mercato del telepedaggio e lancia la sfida al monopolio del Telepass, proprio nel momento in cui lo storico servizio che permette di superare le barriere autostradali senza perdite di tempo ha inviato una lettera ai suoi abbonati annunciando un sostanzioso aumento delle tariffe.

La compagnia bolognese, si legge in una nota, ha annunciato il lancio di Unipolmove, un device che consentirà di saldare il pedaggio autostradale in forma telematica, sul modello del Telepass, oltre a consentire il pagamento di una serie di servizi legati alla mobilità, come multe, bollo auto, parcheggi, Ztl e rifornimento di carburante.

Unipol, che è la prima compagnia nell’rc auto in Italia, potrà far leva sui sottoscrittori delle sue polizze per promuovere Unipolmove, che verrà offerto gratis per i primi sei mesi e successivamente al prezzo di un euro al mese, a fronte di un canone annuo, post- aumento, di circa 22 euro da parte di Telepass.

“Siamo il primo operatore ad aver ottenuto la certificazione con la nuova normativa europea di Servizio di telepedaggio europeo. Così, forti dei nostri 10 milioni di clienti assicurativi auto a cui poter proporre il prodotto, siamo entrati in un mercato dove fino a ieri non c’erano alternative”, ha dichiarato il Chief Beyond Insurance Officer di UnipolSai, Giacomo Lovati. Abbiamo contattato l’esperto, che ai nostri microfoni ha fornito ulteriori dettagli sul servizio in rampa di lancio.