METSO E SVEDALA, UNIONE PER L’INDUSTRIA MINERARIA

21 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo la sospensione da parte della Borsa di Helsinki avvenuta in mattinata, la società finlandese Metso (macchinari per la produzione di carta e la lavorazione di metalli) ha offerto a Svedala (azienda di engineering e macchinari quotata a Stoccolma) 1,1 miliardi di euro per dar vita con a una società comune. Un euro vale 1936,27 lire.

(Vedi articolo WSI delle 6:10)

L’offerta è pari a un premio del 54% sulla chiusura di ieri delle azioni di Svedala alla Borsa di Stoccolma e del 29% rispetto alla media degli ultimi dodici mesi.

La nuova società si collocherà tra i leader mondiali nei macchinari per l’industria mineraria.