Mercati europei in rosso: paura che l’economia si fermi in Cina

14 Dicembre 2018, di Daniele Chicca

Tutte le principali piazze dell’azionario europeo scambiano in ribasso, replicando l’andamento già visto in Asia, con l’indice Hang Seng che ha perso l’1,7% e il Nikkei il 2%. Gli investitori sono innervosisti dai dati macro pubblicati in Cina, che hanno evidenziato un rallentamento delle vendite al dettaglio. Il tasso di crescita è stato il più basso in 15 anni di tempo a novembre, e questo alimenta le paure di una frenata della seconda economia al mondo.

A livello settoriale, i titoli delle case automobilistiche pagano i dati deludenti di novembre sulle immatricolazioni (vedi grafico con andamento giornaliero in Borsa). Il mese scorso ha visto una flessione degli acquisti di vetture dell’8%. Si tratta del terzo mese di contrazioni consecutivo dopo il -7,3% di ottobre e il -23,5% di settembre. A pesare sul comparto sono il calo della fiducia dei consumatori e i nuovi test sulle emissioni inquinanti introdotti proprio a settembre.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 14 Dicembre 201813:57

Questo è il quadro completo a metà seduta:

Per quanto riguarda l’azionario
Future sull’S&P 500 in ribasso dello 0,9% a quota 2.626,25
STOXX Europe 600 -1,4% a 344,61
Nikkei -2% a 21.374,83
Hang Seng meno 1,6% a 26.094,79
Shanghai -1,5% a 2.593,74
Australia (S&P/ASX 200) -1,1% a 5.602
Kospi meno 1,3% a 2.069,38

Daniele Chicca 14 Dicembre 201813:58

Altrove, sul fronte obbligazionario:
Rendimenti Bund a 10 anni meno 3,4 punti base allo 0,251%
Tassi Btp analoghi meno 4,3 punti base al 2,594%

Lato Forex:
Euro meno 0,6% a $1,1292
Dollar Index più 0,5% a 97,53

Tra le materie prime:
Future sul Brent poco variati a $61,42 al barile
Oro meno 0,2% a $1.239,08 l’oncia