Mercati Asia in netto rialzo, sollievo per le soluzioni in Europa e America. Euro forte

22 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Bangkok – Azionario asiatico in rialzo, beneficia dell’approvazione del secondo pacchetto di salvataggio (da €109 miliardi) alla Grecia e dai rumors che anche negli Stati Uniti si starebbe arrivando a un accordo sull’innalzamento del tetto limite del debito. Si torna verso asset più rischiosi e l’oro perde terreno, anche se diversi analisti invitano alla calma, perché il problema di base per la Grecia dicono “rimane ancora irrisolto”. L’eurodollaro in leggera correzione dopo i forti rialzi di ieri, a $1,4395.

Indice Dow Jones Asian Titans della regione in rialzo dell’1,11%. Nikkei (+1,22% in chiusura), con il settore bancario che beneficia dai buoni risultati di Morgan Stanley e con esportatori come Canon e Nikon che guadagnano dal rialzo dell’euro. Bancario che da una spinta anche alle piazze di Hong Kong (+1,71%) e Shanghai (+0,15%). Bene anche Seul (+1,22%), Sydney (+1,09%) e Singapore (+1,02%).

“La situazione in Europa darà maggiore fiducia solo nel breve periodo, visto che il problema di fondo della Grecia rimane ancora irrisolto”, ha detto a Bloomberg Khiem Do, head of multi-asset strategy per Baring Asset Management. “L’economia globale non è in recessione, gli utili per azione sono in crescita e le valutazioni dei titoli sono buoni, pertanto sono convinto che il rally durerà ancora a lungo”.

Prosegue il rialzo delle commodities con il greggio che si avvicina prepotentemente sui $100. L’oro recupera parte dei cali di ieri. Wti ($99,80, +0,68%), Brent ($117,99, +0,41%), oro ($1.589,1, +0,13%), argento ($39,17, +0,57%) e rame ($4,3955, +0,27%).

Leggera correzione per l’eurodollaro dopo i forti rialzi di ieri, ora a $1,4395 (-0,17%). Euro sullo yen a ¥113,15 (-0,04%). Sul franco svizzero a CHF1,1793 (+0,17%).