Maxi denuncia contro le banche Usa: frodi a catena nell’immobiliare

2 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – JP Morgan, Bank of America, Citigroup, Wells Fargo e Ally Financial sono i cinque istituti Usa citati in causa per le pratiche illecite e di falsa documentazione condotte nel preparare le procedure di pignoramento delle abitazioni.

E’ una battaglia legale che va avanti da oltre un anno, con le banche che ancora non hanno offerto alle persone coinvolte rimborsi e compensi adeguati al danno causato.

“La posta in gioco non potrebbe essere più alta a questo punto delle cose”, ha detto Martha Coakley, procuratore generale Usa dello Stato del Massachusetts. “La crisi dei pignoramenti continua a essere alla base della crisi economica in cui ci troviamo e della nostra incapacità di reazione”.

Lo stato e le autorità federali stanno cercando con insistenza di giungere a un patteggiamento che possa fornire un rilassamento del mutuo alle famiglie coinvolte, oltre a rafforzare i metodi attuali di comunicazione e i requisiti con cui le attività di pignoramento vengono attuate.

(IN FASE DI SCRITTURA)