Lega presenta la flat tax: “Aliquota al 15% fino a 55mila euro. Risparmi per 3500 euro a famiglia”

15 Luglio 2019, di Alessandra Caparello

E’ l’ex sottosegretario alle infrastrutture Armando Siri che stamani ha presentato alle parti sociali la proposta della Lega in tema di flat tax, la tassa piatta sui redditi.

Il nostro obiettivo è la flat tax con un’unica deduzione fiscale che assorbirà tutte le detrazioni. Vogliamo portare al 15% l’aliquota fino a 55.000 euro di reddito familiare. Ci saranno benefici per 20 milioni di famiglie e 40 milioni di contribuenti. Ci sarà un grande impulso ai consumi e risparmi per 3.500 euro per una famiglia monoreddito con un figlio. C’è l’intenzione di portare nelle tasche 12-13 miliardi di euro.

Così Siri ha indicato a grandi linee la riforma fiscale targata Lega a 43 parti sociali convocasti dal vicepremier Matteo Salvini e tra queste troviamo la Cgil, Cisl e Uil, e altre sigle sindacali come la Confprofessioni, la Cisa e Confindustria. Nel corso dell’incontro lo stesso Salvini ha affermato che la manovra economica per il 2020 andrà delineata tra luglio e agosto.

“Vogliamo che la manovra economica sia molto anticipata, vogliamo definirne i punti tra luglio e agosto e vogliamo raccogliere i vostri suggerimenti (…) Vogliamo una manovra economica fondata sul sì, sullo sblocco, sulla fiducia, sui cantieri. Qualsiasi tipo di blocco non è più accettato né accettabile”.

Nella riforma fiscale targata Lega anche lotta all’evasione fiscale e incentivi ai pagamenti elettronici in nome della tracciabilità, come afferma il sottosegretario all’Economia Massimo Bitonci.

“Ci sono 150 miliardi nelle cassette mdi sicurezza. L’emersione di questo contante è prioritaria (…) non bisogna far pagare il pos agli esercizi e tutte quelle operazione sotto il 25 euro quelle con il contactless”