La prima moto stampata in 3D

16 Maggio 2019, di Elisa Copeta

Un rivoluzionario concetto di mobilità sostenibile su due ruote

A cura di Motori.it

Nera è un prototipo di moto dalle forme taglienti che sembrano prendere ispirazione da un film di fantascienza. In realtà, si tratta di un progetto concreto e rivoluzionario: è la prima moto al mondo stampata in 3D che vanta una meccanica 100% ecosostenibile, in quanto dotata di un propulsore elettrico.

Questa due ruote è il frutto della creatività di Marco Mattia Cristofori, che si è occupato del design, e dell’ingegno di Maximilian Sedak, responsabile dell’applicazione tecnologica. I due lavorano per NowLab, il reparto di ricerca e di sviluppo della BigRep, azienda tedesca specializzata nella stampa 3D. Quasi tutti i componenti di questa moto sono stati realizzati utilizzando nuovi sistemi di stampa: si tratta di ben 15 parti, tra cui le carene, il telaio, la forcella, la sella, i cerchi e addirittura i pneumatici.

Le sospensioni sono strutture a rombo flessibili, posizionate in modo da assorbire al meglio le asperità dell’asfalto, mentre i pneumatici sono di tipo airless. Gli unici componenti a non essere realizzati con questa stampa innovativa sono la batteria, l’impianto elettrico e il motore.

Presentata al Formnext di Francoforte, Nera è un inedito modo di concepire la mobilità, oltre a costituire un modello futuristico ed efficiente di produzione industriale.

La stampa 3D fa uso di filamenti in plastica o di metallo che non hanno nulla da invidiare, per quanto riguarda durata e resistenza, ai materiali utilizzati nelle catene di montaggio per la realizzazione dei veicoli.  Questo tipo di stampa non solo offre una produzione dei componenti più veloce rispetto alle tecniche tradizionali, ma anche una tecnologia che non pone limiti alla creatività, permettendo di correggere rapidamente eventuali errori di fabbricazione.

L’articolo è stato pubblicato sul numero di maggio del magazine Wall Street Italia.