LA META’ DEL MONDO E’ QUASI IN RECESSIONE

21 Agosto 2008, di Redazione Wall Street Italia

Goldman Sachs, a un anno dallo scoppio della crisi dei ‘subprime’, vede nero per le prospettive economiche globali. Per la banca d’investimento statunitense un gran numero di paesi, pari alla metà dell’economia mondiale, e in particolare gli Usa, il Giappone, Eurolandia e la Gran Bretagna sono “in recessione o rischiano significativamente la recessione nei mesi a venire”, come scrive da Londra l’economista Binit Patel secondo quanto riporta la Bloomberg.

Secondo Patel le probabilità di una recessione globale non superano però il 20%, dato che la Cina dovrebbe continuare a correre ad un ritmo di circa il 10% sia quest’anno che il prossimo. “L’espansione continua e robusta, anche se il rallentamento, della Cina e di altri paesi emergenti – secondo l’economista di Goldman – porterà la crescita globale al 3,9% quest’anno e al 3,6% il prossimo”.